Scicli

Scicli è una città della Sicilia Sud orientale, situata nella provincia di Ragusa, perla di rara bellezza per il suo barocco, riconosciuto Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 2002. Scicli è una città dal fascino antico con i suoi palazzi storici e le sue opere d’arte ma allo stesso tempo calda e accogliente. 
 

Informazioni

Brevi cenni storici
Le origini della città di Scicli sono molto antiche, come si evince dai resti archeologici risalenti a tremila anni fa. Il territorio, nei secoli, ha subito varie dominazioni che hanno forgiato la cultura, le tradizioni, il linguaggio e il modo di vivere. 
 
La città anticamente sorgeva su un colle, dove era presente un castello, fortezza adibita alla difesa da parte d’incursioni nemiche. La conformazione del territorio, prevalentemente costituito da cave e grotte carsiche, ha favorito l’insediamento rupestre. 
 
E’ solo intorno al XV secolo che Scicli cominciò ad assumere la struttura topografica attuale, quando la popolazione cominciò a trasferirsi dal colle alla valle.  Seppur non sia certo, si ritiene che l’origine del nome Scicli derivi da Siclis, l’appellativo con cui gli egiziani indicavano i siculi.   
.
Scicli oggi
La struttura attuale della città di Scicli risale al XVIII secolo, quando, in seguito alla distruzione del terremoto del 1693, che colpì tutta la Sicilia orientale, fu ricostruita in stile tardo barocco. 
 
Il comune di Scicli si estende verso la costa e comprende tre frazioni marittime, a 9 km si trova la cittadina di Donnalucata, meta incantevole e punto di riferimento per l’acquisto del buon pesce fresco, a 10 km da Scicli si può giungere a Cava d’Aliga, piccolo borgo con una stupenda vista sul mare, mentre, a 13 km si arriva a Sampieri,  anche questo borgo di pescatori con una bellissima spiaggia.
 
L’economia della città è prevalentemente basata sul turismo, sull’agricoltura e sulla Pesca, negli ultimi anni, infatti, si è riscontrata una crescita turistica notevole, grazie ai magnifici siti d’interesse culturale e artistico e alle visite ai luoghi di Montalbano. In tutto il territorio di Scicli sono presenti colture ortoflorovivaistiche, una realtà imprenditoriale della zona, riferimento per le vendite locali, nazionali e internazionali è il mercato ortofrutticolo all’ingrosso di Donnalucata. Sempre a Donnalucata c’è Il mercato del pesce apprezzato e conosciuto per la vendita del pesce fresco locale.   

Mappa di Scicli

La citta di Scicli è situata all’incrocio di tre valli, dominata dalle rocce di natura carsica, che dispiegandosi tra le sue stradine con le case ammassate, le piazze esposte al sole e i suoi monumenti, giunge sino al mare.

La mappa è interattiva e indica il centro di Scicli:

Dove dormiere a Scili

Seppure a Scicli siano tanti i posti dove soggiornare tra alberghi, b&b e case vacanze, vi consigliamo di dormire a Marina di Ragusa, luogo strategico per spostarsi facilmente su tutti i territori limitrofi e contemporaneamente godere dell’ottimo clima e delle fantastiche spiagge, bandiera blu, di Marina di Ragusa.
 
A Marina di Ragusa saremo lieti di accogliervi, con le nostre migliori offerte, con tutti i servizi inclusi necessari per passare una bella vacanza. Accoglienti camere in un bellissimo B&B, oppure  in appartamenti o in case singole, tutte fornite di servizi e comfort. Le nostre strutture sono situate in prossimità del centro di Marina di Ragusa e vicinissime al mare che, con la sua spiaggia finissima e pulita,  è il fiore all’occhiello della Provincia di Ragusa. Tutto è a portata di mano tra supermercati, ristoranti, locali notturni, fast-food, bar e negozi di vario tipo.
 
Puoi trovare qui tutte le nostre soluzioni.

Come arrivare a Scicli

Aeroporti Sicilia

La regione Sicilia è servita da quattro aeroporti, che sono la soluzione migliore per raggiungerla, due sono situati nella Sicilia occidentale e due nella Sicilia orientale.
 

Aeroporti Sicilia Orientale

Aeroporti Sicilia Occidentale

Arrivare a Scicli via terra

Per arrivare a Scicli è consigliabile l’auto o l’autobus poiché i treni, impiegano il doppio del tempo nella Sicilia orientale. 

Autobus

    Automobile

    La soluzione migliore in termini di tempo e comodità è sempre quella di noleggiare un’auto per giungere a Scicli e comunque servirà sempre per potersi spostare e visitare i luoghi vicini.
     

    Spiagge di Scicli

    Le Spiagge incantano per il lungo arenile dalla sabbia dorata, dove a tratti diviene selvaggia e incontaminata. E’ il litorale più esteso della provincia di Ragusa, conta circa 15 kilometri di costa tra Sampieri e Playa Grande. Si possono trovare sia spiagge libere che attrezzate, ovunque  i fondali sono bassi , quindi sicuri per i bambini.
     

    Le spiagge di Scicli: da Est verso Ovest

    Lidi a Scicli

    Tutte le Spiagge di Scicli pur essendo libere, sono servite in alcuni tratti dai lidi balneari, dove è sempre presente un bagnino. I lidi balneari di Scicli sono il punto di riferimento e di ritrovo nelle giornate estive. Luoghi ideali dove noleggiare ombrelloni, sdraio e pedalò e passare tutta la giornata tra colazione, pranzo e cena e, perché no, anche le serate.

    Difatti tra menù invitanti, musica dal vivo, danze, aperitivi, cocktail e stuzzicherie, le notti sul mare si trasformano in qualcosa d’indimenticabile, con le stelle come testimoni...

    Sampieri:
    Cava d’Aliga:
    Donnalucata:
    Playa Grande:

    Cosa vedere a Scicli

    La Città di Scicli è stata riconosciuta Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO e assieme alle strutture architettoniche, è stata insignita un’intera via di questo riconoscimento. E’ così che Scicli, tra chiese, palazzi storici, musei, location del Set del “Commissario Montalbano”, siti archeologici e stradine, con atmosfere rarefatte e magiche, ci invita a scoprire i suoi tesori.
     
    Che sia illuminata dal sole o con il favore delle stelle ciò che incontreremo sarà bellezza pura passeggiando per la via Francesco Mormino-Penna, con le sue basole dorate, con i palazzi nobiliari, dalle fattezze neoclassiche e Liberty, che trasudano arte e le chiese tardo barocco, con tesori architettonici e decorativi.
    .
    Strade strette e case tutte ammassate, attorno a grandi piazze è uno degli elementi che caratterizza Scicli e più in generale il barocco Siciliano. Bellissime le chiese rigorosamente in stile barocco che conservano al suo interno numerose opere d'arte. Anche i palazzi nobiliari sono estremamente decorati da mascheroni e putti con volti furiosi e ghignanti. Scicli è veramente una meta da non perdere. Consigliamo di salire al colle San Matteo dove è presente una chiesa sconsacrata e dalla quale si gode di una vista sulla città spettacolare.

    Palazzi Storici e Chiese di Scicli

    A Scicli i monumenti storici, tra Chiese e Palazzi da vedere, sono numerosi, difatti ogni strada, ogni vicolo, è un’emozione da scoprire poiché tutto il paese è un’opera d’arte. 
     
    Chiese d’interesse storico a Scicli
    Inoltrandosi per la via F. Mormino Penna s’incontra La chiesa di Santa Teresa datata 1854, che costudisce al suo interno tesori tra tele pregiate del ‘500 e del ‘700, affreschi nelle volte dell’800, stucchi del ‘700 e la pavimentazione a forma geometrica, realizzata con la pietra bianca di Comiso e la pece nera di Ragusa, degna di essere apprezzata per la sua unicità.

    Impossibile poi non fermarsi a visitare la Chiesa di San Giovanni, ricostruita dopo il terremoto 1693, poiché è un luogo dove la bellezza incanta per le decorazioni e gli affreschi, all’interno è esposto “Il Cristo di Burgos”, del ‘600 raffigurante Gesù martoriato sulla croce, ma coperto dalla vita alle caviglie da una gonnella. 
     

    Quello che è considerato tra i più importanti monumenti storico-religiosi di Scicli è la chiesa di San Bartolomeo nello splendido scenario della cava di San Bartolomeo, canyon naturale che sovrasta la costruzione, ristrutturata dopo il terremoto del 1693, la chiesa ha una facciata imponente di stile neoclassico-tardo barocco, al suo interno opere d’arte risalenti ai secoli tra il ‘500 e l’800. 
     
    Altre chiese d’interesse storico a Scicli
    Palazzi storici a Scicli
    Tra i palazzi d’interesse storico non si può non visitare Palazzo Bonelli Patanè costruito a Scicli tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900, al suo interno vi è un tripudio di stucchi, di tele in stile classico e liberty, di mobilio originale e pregiato che ci riporta ai fasti di una dimora nobiliare di un tempo lontano.
     
    Quasi un obbligo è visitare Palazzo Beneventano, perché considerato il più famoso tra i palazzi del barocco di Scicli e tra i più belli della Sicilia orientale. Primato raggiunto grazie alla facciata, decorata con i caratteristici mascheroni che si protendono burleschi verso i passanti, con i balconi, sorretti da rappresentazioni di animali fantastici e nell’angolo che unisce i due prospetti della casa, arricchito da decorazioni di bugne in rilievo, si trovano due teste di moro e il volto di S. Giuseppe. 
     
    Altri palazzi d’interesse storico a Scicli

    Resti Archeologici a Scicli

    Il Castellaccio e il Castello dei tre Cantoni
    Sono risalenti al XIII secolo, ancora visibili e visitabili, i resti del Castellaccio e del Castello dei tre cantoni, tipiche fortezze difensive situate su uno sperone roccioso, nella zona Colle San Matteo. I resti dei due castelli si possono raggiungere risalendo il versante della chiesa di San Matteo.
     
    Parco archeologico di Chiafura
    Lungo tutta la parete del colle di San Matteo e nelle cave di San Bartolomeo e S. Maria la Nova è possibile visitare il Parco Archeologico di Chiafura, un sito preistorico che intorno al VI secolo d. c. era adibito a cimitero e che nei secoli successivi fu abitato dalla popolazione più povera.

    Musei a Scicli

    Tra tutte le bellezza e l’unicità del suo patrimonio culturale, è possibile anche visitare vari musei, che colpiscono per la loro particolarità. 

    I luoghi di Montalbano

    Verso la fine degli anni ‘90, il Comune di Scicli risalì alla ribalta delle cronache, grazie alla serie televisiva “Il Commissario Montalbano”. La serie fece da apripista all’ondata di turisti italiani e internazionali che da allora visitano numerosi durante tutto l’anno. 
     
    A Scicli si può fare un vero e proprio tour sulle orme di Salvo Montalbano, difatti il Palazzo del Municipio è la sede sia del “Commissariato di Vigata” con l’ufficio di Montalbano, sia l’ufficio del” Questore di Montelusa”.
     
    A Donnalucata si può riconoscere il lungomare con il porto, spesso inquadrati come facente parte di Vigata o Marinella, così come a Sampieri il lungomare e la fornace Penna, la famosa Mannara, più volte nominata e ripresa nella fiction televisiva.
    .
    L’attore Luca Zingaretti, che interpreta Montalbano, è di casa in tutto il territorio ragusano, nel periodo delle riprese, solitamente in primavera, succede spesso di incontrarlo e di frequente si assiste a scene quasi surreali, quando mentre lui passeggia, viene additato con un saluto: ”Buongiorno Commissario!” e lui educatamente risponde.
    .
    Come, pure, capita di trovare le strade bloccate a causa dei set allestiti per le riprese, ma nessuno s’infastidisce più di tanto, in quanto lui è Salvo Montalbano, considerato “ uno di noi” un figlio di Sicilia.

    Cosa vedere vicino Scicli

    I posti da visitare vicino a Scicli sono tanti, tutti d’interesse storico e naturalistico, citiamo alcuni dei posti più vicini facilmente visitabili in giornata.
     
    Cosa vedere a meno di un ora da Scicli
    Cosa vedere a meno di due ore di macchina da Scicli
     

    Cosa fare a Scicli 

    Tante sono le cose da fare a Scicli  dove sono quasi sempre presenti quelle  tradizioni, che qui sono frutto delle svariate dominazioni, che hanno arricchito le conoscenze in vari settori e sono molto radicate e sentite dalla popolazione . Come tutta la Sicilia anche Scicli è una città festosa, che accoglie e ammalia e quando da essa ci si allontana, qualcosa resta sempre in un angolino del cuore, come la luce del suo sole a scaldarci.

    Feste patronali e sagre

    Ogni anno le vie della città si riempiono, anche, grazie alle feste patronali che a Scicli sono tante e sono un connubio perfetto tra religiosità e folklore, nonché per le sagre che si svolgono lungo la costa attirando pubblico da tutta la provincia.
     
    Feste patronali
    La settimana in cui cade il 19 marzo si svolge la Cavalcata di San Giuseppe, rievocazione della fuga in Egitto della Sacra Famiglia consiste nella sfilata di cavalli, bardati con fiori di violaciocca variopinti, che sfila per Scicli; uno spettacolo assicurato da vivere in prima persona.
    Sagre
    Di notevole interesse sono anche le sagre che si svolgono nel territorio, fra tutte ricordiamo la Sagra della Seppia a Donnalucata la quale è programmata nel periodo della Cavalcata di San Giuseppe, dove poter degustare la seppia cucinata in vari modi, così, come non si può perdere nella settimana dell’1 maggio la Sagra dell’agricoltura a Sampieri, dove assaggiare i prodotti agricoli locali tra degustazione e vendita, fra questi spicca il pomodorino, prodotto principe della cucina siciliana.

    Mercato rionale 

    Sono due i Mercati nel Comune di Scicli che a cadenza settimanale si svolgono tutto l’anno, luogo ideale dove trovare numerosi prodotti agro-alimentari, articoli per la casa e il vestiario:

    Movida a Scicli

    La movida di Scicli è brulicante di gente ma con un’atmosfera rilassante. Vari sono i locali tra pub, ristoranti e pizzerie con zone all’aperto, in un connubio perfetto di buon cibo da gustare e arte da vedere. Numerose sono le persone che si riversano per le vie tra giovani e adulti.

    La sera tardi, solitamente, ci si sposta o sui lidi di Sampieri che organizzano eventi per tutta la stagione estiva o verso  Marina di Ragusa, indiscussa regina della movida Ragusana. I locali notturni del centro e del porto animano le notti estive assieme alla discoteca “Il Koala”, riferimento e garanzia di divertimento da più di 20 anni per tutta la Sicilia orientale.

    Escursioni

    Associazione Kalura
    L’associazione Kalura organizza percorsi di trekking e passeggiate  in tutta la provincia di Ragusa gestite da guide ambientali escursionistiche,  interessanti sono quelle che coinvolgono Scicli favorendo la scoperta del territorio da prospettive uniche e diverse.
    Si potranno visitare siti naturalistici, architettonici e comprendere meglio l’aspetto culturale; nelle escursioni è prevista la possibilità di  degustazioni, presso agriturismi, locali tipici e masserie.    
    Particolare è  la passeggiata in notturna di Scicli e dintorni, un percorso tra strade, vicoli, scale, strade sterrate e sentieri e soprattutto tante emozioni. 
    I percorsi sono semplici e adatti anche ai bambini, quindi non resta che munirsi di scarponcini, zaino e partire all’avventura!
    Per informazioni rivolgersi a: www.kalura.org 327 0069217 – info@kalura.org
     
    La Terra Viaggi
    L’alternativa alle escursioni a piedi è l’escursione in autobus, possibile grazie all’agenzia “La terra viaggi” che organizza escursioni in provincia di Ragusa e in tutta la Sicilia. 
    Vasta scelta di località da visitare grazie ai suoi tour, tra cui è prevista anche Scicli, oltre a Modica, Ragusa Ibla e Donnafugata, Siracusa e Ortigia, Noto, Marzamemi by night, Parco acquatico Etnaland, Catania by Night, Scala dei Turchi e Agrigento, laghetti d'Avola e Marzamemi, Taormina by night e tante altre … 
    Quindi, per fare una bella escursione di un giorno o tours di più giorni comodamente seduti su un autobus, consigliamo di visitare il sito www.laterra.it per prenotare ciò che preferite vedere o recarvi presso le sue sedi di Ragusa, Marina di Ragusa e Modica .
     

    Dove mangiare a Scicli

    Segnaliamo alcuni tra gli ottimi locali di Scicli, dove mangiare all’insegna del buon cibo siciliano, frutto della sapienza dell’arte culinaria derivante delle varie culture, che hanno nei secoli dominato la terra di Sicilia e qui la tradizione della cucina tipica Sciclitana, manifesta la  sua più grande espressione.
     
    Tra i prodotti tipici troviamo:
    Ristoranti, Pizzerie e Trattorie
    Fast Food
    Agriturismo
    Gelaterie e Pasticcerie